Nel 2006 nasce il secondo Progetto Imprenditoriale
Michele Ferrero

Ferrero in Sudafrica

Il secondo progetto imprenditoriale Michele Ferrero è stato avviato in Sudafrica nel 2006.

Nel 2009 è stato realizzato un moderno stabilimento produttivo a Walkerville (Midvaal) nel Gauteng - una delle regioni sudafricane con alti tassi di disoccupazione - in un'area caratterizzata da un basso livello di urbanizzazione, a circa un'ora da Johannesburg.

Gli attuali uffici commerciali del Gruppo hanno sede a Johannesburg.

Lo stabilimento Ferrero non produce solo per il mercato interno, ma anche per l'intera area di libero scambio conosciuta come SADC (Southern African Development Community) che, oltre al Sudafrica, include i seguenti paesi: Angola, Botswana, Repubblica Democratica del Congo (RDC), Lesotho, Madagascar, Malawi, Mauritius, Mozambico, Namibia, Seychelles, Swaziland, Tanzania, Zambia e Zimbabwe

Ultime attività sociali

Walkerville si trova nel distretto di Sedibeng nella provincia del Gauteng. È una piccola zona residenziale a circa 30 Km (20 miglia) a sud di Johannesburg, la capitale provinciale del Gauteng e la più grande città del Sudafrica.

Il comune di Midvaal, dove si trova Walkerville, ha una densità abitativa molto bassa (circa 65 abitanti / km² contro i 2.900 abitanti / km² di Johannesburg) e ospita diverse scuole primarie rurali / periurbane.

In molti paesi emergenti le scuole rurali devono generalmente affrontare molte più sfide rispetto alle scuole urbane. Hanno maggiori difficoltà ad accedere a risorse finanziarie adeguate. I loro alunni hanno spesso bisogno di coprire lunghe distanze per frequentare le lezioni, avendo un accesso limitato - o assente del tutto - a mezzi di trasporto pubblico. Gli insegnanti più qualificati tendono a preferire le scuole nelle aree urbane dove, in genere: le condizioni di vita e l'accesso alle opportunità professionali sono migliori; i tassi di abbandono scolastico inferiori e i tassi di frequenza più elevati; le classi meno affollate e frequentate da bambini della stessa fascia d'età.

In conseguenza di ciò, nel 2019 il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero in Sudafrica ha deciso di sostenere la costruzione di un centro sportivo presso la scuola elementare Laerskool De Deur, situata in un'area periurbana a circa 12 km dallo stabilimento Ferrero. Più di un terzo dei suoi oltre 1.300 alunni beneficia del National School Nutrition Program, che fornisce un pasto nutriente agli alunni di famiglie indigenti.

La scuola era dotata di impianti sportivi di base che sono stati potenziati e trasformati in un vero e proprio centro sportivo. Tale struttura dispone oggi di un campo da calcio dotato di un nuovo e moderno impianto di irrigazione; gradinate coperte da tettoie e spogliatoio con docce e servizi igienici per gli alunni.

Il progetto è stato ideato e realizzato in stretta collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, i suoi rappresentanti distrettuali e il supporto attivo dei dirigenti della Laerskool De Deur.

Il nuovo impianto sportivo sarà reso accessibile anche ad altre quattro scuole rurali - situate in quartieri limitrofi e che ospitano oltre 4.000 alunni – le quali, allo stato attuale, non dispongono di adeguati impianti sportivi.

Non va sottovalutata l'importanza di promuovere le attività sportive nelle scuole primarie rurali sudafricane. Nel Paese, secondo recenti indagini, solo il 50% circa dei bambini svolge un'attività fisica sufficiente e l’obesità di bambini e adolescenti ha raggiunto livelli critici.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) segnala infatti la crescita rapida dell'obesità nella regione africana, dove il sovrappeso e l'obesità infantili sono più che raddoppiati dal 1990 al 2013. Si stima che i figli di genitori in sovrappeso e quelli soggetti a malnutrizione durante la gravidanza o l'infanzia abbiano maggiori probabilità di diventare obesi più tardi nella vita. Qualora l'obesità nei bambini sudafricani continuasse ad aumentare al tasso attuale, si calcola inoltre che 3,91 milioni di bambini in età scolare saranno in sovrappeso o obesi entro il 2025.

Prevenire l'obesità infantile non significa quindi solo migliorare la salute dei bambini, di per sé un obiettivo essenziale. È un’azione che contribuisce significativamente anche a prevenire l'obesità, la cattiva salute e le morti premature tra gli adulti.

La costruzione di un centro sportivo presso la scuola elementare Laerskool De Deur rappresenterà un buon trampolino di lancio anche per promuovere, nelle scuole locali, Kinder Joy of Moving. Infatti, l'obiettivo di questo progetto globale di Responsabilità Sociale d’Impresa del Gruppo è incoraggiare le giovani generazioni ad adottare uno stile di vita attivo. La sua metodologia mira a far muovere i bambini attraverso il gioco, sviluppando abilità in quattro aree principali: forma fisica, coordinazione motoria, funzione cognitiva e creatività, attitudine di vita. In questo modo, sposta l'attenzione dalla performance al divertimento, dalla competizione alla collaborazione.

A causa della pandemia covid-19, l'inaugurazione del centro sportivo Laerskool De Deur non si è potuta realizzare in presenza ma solo mediante una webinar alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle principali istituzioni coinvolte nella realizzazione del progetto.

CENTRO SPORTIVO LAERSKOOL DE DEUR

Galleria Fotografica

Passate attività sociali

Finanziamento del progetto “Love Matters”, seminari residenziali per la sensibilizzazione e la prevenzione dell'AIDS - malattia che colpisce ancora circa il 10% della popolazione del Sudafrica, soprattutto tra i giovani - a cui hanno preso parte oltre 600 ragazzi e ragazze.

Nel 2012, il Ministero dell'Istruzione in Sudafrica ha lanciato l'iniziativa "94+ progetti scolastici per Madiba", con l'obiettivo di fornire assistenza infrastrutturale ad almeno 94 scuole sudafricane, in occasione del 94 ° compleanno di Nelson Mandela, attraverso uno sforzo congiunto con aziende private locali.

Il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero in Sudafrica ha partecipato a questa iniziativa rinnovando completamente i locali, compresi gli impianti sportivi, della Japie Greyling Primary School (successivamente ribattezzata Randvaal Primary School), un complesso educativo periurbano, piuttosto esteso, non lontano dallo stabilimento Ferrero di Walkerville.

Grazie a questo progetto la scuola: è riuscita ad aumentare sensibilmente il numero degli studenti iscritti (circa 250 prima dell'inizio dell'iniziativa e attualmente circa il triplo); è stata attrezzata per poter accogliere anche alunni diversamente abili; è stata dotata di una mensa dove possono essere organizzati programmi governativi a sostegno della nutrizione di alunni di famiglie svantaggiate.

Nel 2017 è stato costruito un centro di assistenza sanitaria di base presso il nostro stabilimento di Walkerville.

Questa struttura permette di:

1. rafforzare e migliorare l'assistenza fornita alle nostre maestranze nel campo della medicina del lavoro;

2. offrire ai nostri lavoratori servizi di assistenza medica nel campo della prevenzione sanitaria e della medicina generale;

3. estendere l'accesso ai suddetti servizi potenzialmente anche ai bambini e, più in generale, ai familiari dei nostri dipendenti.

CENTRO DI ASSISTENZA SANITARIA DI BASE (PHCC) PRESSO LO STABILIMENTO DI WALKERVILLE

RESTAURO INTEGRALE DELLA SCUOLA JAPIE GREYLING (OGGI CHIAMATA RANVAAL PRIMARY SCHOOL), ISTITUTO ELEMENTARE E SECONDARIO DI PRIMO GRADO DI WALKERVILLE

Galleria Fotografica